Intervento di Nicola Fratoianni al congresso di Art.1

0
173

Celeste Ingrao: «Ho appena sentito il video dell’intervento di Nicola al congresso di Articolo 1. Ottimo intervento ma quello che mi ha colpito sono stati gli applausi della platea che hanno sottolineato i passaggi più netti sulla pace e contro il riarmo.»

«Un piccolo episodio che però insieme ad altri segni (la nostra iniziativa di ieri, l’iniziativa al Ghione del 2 maggio, il successo della Marcia della pace …) mi fa pensare che intorno a questa drammatica questione di pace e guerra si sta forse ricostruendo un senso comune di sinistra, che riporta insieme pezzi che si erano allontanati e persi. Non è ancora un movimento, ma ne potrebbe essere l’embrione. E – forse – se ci sappiamo muovere bene , lo spazio per un nostro ruolo.»

INTERVENTO DI FRATOIANNI
https://www.facebook.com/watch/?v=246833534295398&ref=sharing

 

Ancora Celeste Ingrao:

Stavo cercando sul mio computer vecchie foto di famiglia, tra cui trovare per le mie figlie una immagine della nonna di cui porto il nome ma che non ho mai conosciuto.
La foto che cercavo non l’ho trovata. Però mi è capitata per caso sotto gli occhi questa immagine.
E’ una foto vecchia, di quasi vent’anni fa. E rappresenta due vecchi.
Uno è mio padre, che all’epoca aveva quasi 90 anni, e ha sul viso quella sua espressione così tipica di quando si commuove e tenta di cacciare indietro le lacrime.
L’altro è Oscar Luigi Scalfaro, di pochi anni più giovane di lui.
Uno – mio padre – è un ex presidente della Camera. L’altro – Scalfaro – è un ex presidente della Repubblica.
Uno è un comunista che tale si è dichiarato tenacemente fino alla fine. L’altro è un cattolico che con la sinistra mai nulla ha avuto a che spartire.
Due vecchi “illustri” che hanno avuto vite, ideali, pensiero diversissimi. Eppure questi due vecchi hanno sentito il bisogno di salire insieme su un palco con in mano la bandiera della pace per dire il loro no, forte e chiaro, alla guerra.
Penso che sia una immagine bellissima per quello che ci racconta di cosa è stato, fra mille contraddizioni, il nostro paese.
Ve la ripropongo per celebrare insieme la Marcia della pace che si è svolta oggi e la Liberazione che ricorderemo domani.
Una immagine del passato che può ispirare il nostro futuro.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here